Cosa fare e cosa vedere a Monopoli in 1 giorno

0

Incastonata come una perla fra la costa di Bari, a Nord e il Salento, a Sud, Monopoli è una tappa obbligatoria di un bel viaggio on the road in Puglia, per innamorarsi all’istante del grazioso centro storico, dei suoi scorci sul mare e delle sue paradisiache calette in cui crogiolarsi al sole.
Un giorno solo è poco ma può bastare, per non perdersi neanche una delle cose da fare e da vedere a Monopoli.

Cosa fare e cosa vedere a Monopoli in 1 giorno

Con il suo bell’affaccio sul Mar Adriatico, Monopoli mi accoglie in una splendida giornata di sole, viva e brillante, satura di colori seppur dominata dal bianco candido dei suoi vicoli, in cui subito mi perdo, innamorandomene perdutamente.
Sebbene fino a poco tempo fa non fosse certo una delle mete salienti della Puglia, questa ridente cittadina ha di recente acquistato sempre più notorietà, entrando indiscutibilmente fra le tappe simbolo di un itinerario lungo la costa.

Forte è il profumo di salsedine, specie in prossimità del porto; un sentore che subito si mischia a quello delle focacce appena sfornate, fra le viuzze del centro, tra ristorantini e botteghe, negozietti d’artigianato locale e una sfilza infinita di B&B, pronti ad ospitare i turisti.

Cosa fare e cosa vedere a Monopoli

• Porto Vecchio
Tra le cose da vedere a Monopoli, Porto Vecchio è sicuramente un ottimo punto di partenza per cominciare la propria passeggiata alla scoperta della città.
Si tratta di un luogo iconico, che porta con sé una forte identità nonostante – ammirando gli edifici che lo circondano – vi sia facile percepire forti influenze gotiche, veneziane e bizantine, a testimonianza dell’importanza che il porto ha avuto nei secoli negli scambi commerciali con altre civiltà.
Cosa vedere a MonopoliIl pezzo forte è senza dubbio Palazzo Martinelli, incorniciato dalle mura di cinta e affacciato sul mare, con le sue ampie finestre e il loggiato con archi a tutto sesto che tanto fanno pensare a Venezia, in memoria di quando Monopoli fu conquistata, verso la fine del ‘400.
A completare il quadro, decine di barchette colorate ormeggiate una accanto all’altra e pronte a salpare, insieme al proprio pescatore.

• Castello di Carlo V
Risalente al ‘500, il Castello di Carlo V è un importante simbolo di Monopoli, situato sul promontorio detto Punta Penna.
Maestoso e imponente, massiccio e squadrato, non può certo passare inosservato, tanto che già da Porto Vecchio lo si scorge nitido in lontananza.
In origine utilizzato come carcere, più o meno fino agli anni ’60, esso è oggi location di meeting e convegni nonché sede di un interessante museo in cui si ripercorre la storia della città e del suo rapporto col mare, dall’età del bronzo sino agli inizi dell’800.
• Mura di cinta e torrioni
Percorrendo il perimetro di Monopoli, lungo quelle che un tempo erano le mura di cinta erette a protezione, è facile imbattersi nelle antiche torri, quelle che venivano utilizzate per monitorare l’avvicinarsi dei nemici.
Il più noto è certamente il Torrione Santa Maria, con il suo grande e grosso cannone, dal quale si vede chiaramente il Castello di Carlo V da un lato mentre dall’altro il mare luccica a perdita d’occhio, fra acque azzurre, chiare e limpidissime.
• Museo Diocesano
Istituito il 29 giugno 2002, il Museo Diocesano di Monopoli si trova nei locali dell’ex seminario vescovile. All’interno vi si possono ammirare numerose tele e icone, un’antica carta nautica, manoscritti, oggetti liturgici e persino una reliquia della croce in argento e smalti.
Il museo è aperto tutto l’anno e su prenotazione è anche possibile organizzare delle visite guidate gratuite.

• Cattedrale di Monopoli
Parzialmente celata tra le strette stradine del centro, la Cattedrale di Monopoli è un gioiellino di rara bellezza, così austera e robusta ma al contempo persino delicata ed elegante.
La vedo e ne rimango colpita, dai suoi dettagli, dalle finestre a grate sottili e da tutti quegli intarsi che ne arrcchiscono la facciata.
Ogni 14 agosto, in occasione della festa patronale dedicata alla Modanna della Madia, è dal suo sagrato che parte la processione che porta la statua della Madonna fino al Porto Vecchio dove viene imbarcata e fatta salpare verso il mare, per poi rientrare in Cattedrale.

Dove andare al mare a Monopoli

• Cala Vecchia
Subito oltre le mura che circondano Monopoli si trova Cala Vecchia, una caletta sabbiosa di acqua limpida, spesso affollata dai bagnanti, specialmente d’estate.
Uno scenario pittoresco, da dove godere di una bella vista sul centro storico da un lato e su cui sventolano le 3 Vele di Legambiente.
Poco distante, anche un parcheggio libero.

• Cala Susca
Situata a 10 minuti d’auto dal centro di Monopoli, Cala Susca è una vera chicca. Poco nota e, dunque, anche poco affollata, si compone di una spiaggetta di ghiaia fine lambita da acque cristalline.
Un angolino di pace e relax, comodo da raggiungere e dotato di un ampio parcheggio sterrato, proprio al di sopra della discesa al mare.

 

Federica, 28 anni, friulana ma vivo a Milano. Laureata in Scienze e Tecniche del Turismo Culturale. Travel addicted per nascita e travel blogger per passione, sono alla continua ricerca di nuove esperienze ed avventure da condividere.

Leave A Reply

Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: