Diventa uno Gnammer, con Gnammo

0

Avete mai sentito parlare degli Gnammers?!
Il nome è un po’ bizzarro ma senz’altro originale, così come l’iniziativa a cui essi hanno aderito: si tratta di Gnammo, il primo portale italiano dedicato al Social Eating.
Il principio di base, che il termine suggerisce, è di facile intuizione per noi popolo 2.0 e si fonda sul bisogno di conciliare cibo e buona compagnia.
Si diventa Gnammers semplicemente entrando a far parte della community, che sia come host, cioè mettendo a disposizione la propria casa e le proprie abilità culinarie per organizzare l’evento, che come “invitato”, partecipando al pasto dietro pagamento di una cifra che, ovviamente, è necessaria per coprire le spese sostenute dai padroni di casa.

Ma un evento targato Gnammo non è semplicemente un’occasione per mangiare tutti insieme, bensì un modo per arricchire il proprio viaggio di esperienze e ricordi.
La maniera migliore per farlo è quella di partecipare alle special dinners,cene organizzate in posti estremamente caratteristici in cui mangiare ed immergersi in scenari davvero unici.
No alle strutture ricettive tradizionali, realizzate per rispondere alle esigenze del turismo di massa, ma location private e spesso off limits ai classici viaggiatori, in cui tra prodotti tipici e atmosfere suggestive si ha la possibilità di interagire direttamente con le persone del posto, quelle che lo conosco davvero,  facendosi magari svelare gli angoli della città  più caratteristici e affascinanti, quelli che solitamente non vengono inseriti nelle guide turistiche ma che, poi, si rivelano essere i più belli ed emozionanti.

Un esempio?
Una serata da principi e duchesse a Palazzo Ricasoli, a Firenze.
Mi immagino già attorno a quella lunga tavolata bianca, tra gli ori e gli stucchi del XVI secolo.
Gli splendenti lampadari di cristallo illuminano la serata mentre l’host in questione mi suggerisce qualche bello scorcio nascosto tutto da fotografare, nell’incantevole capoluogo toscano.

Ma in una location così elegante e di classe…secondi voi una fiorentina al sangue me la fanno mangiare?! 😉

Federica, 28 anni, friulana ma vivo a Milano. Laureata in Scienze e Tecniche del Turismo Culturale. Travel addicted per nascita e travel blogger per passione, sono alla continua ricerca di nuove esperienze ed avventure da condividere.

Leave A Reply

Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: