Estate 2020: le nuove regole in spiaggia ai tempi del Covid

0

Distanziamento, sanificazione e rigide norme igieniche sono le parole d’ordine per l’estate 2020, una stagione pronta a essere inaugurata con l’apertura degli stabilimenti balneari.
Ecco le regole prescritte dal Governo per aprire in sicurezza le spiagge.

Estate 2020: le nuove regole in spiaggia ai tempi del Covid-19

Estate 2020 covid

Messe da parte le idee più assurde, le ipotesi su plexiglass e separatori in stile Muraglia Cinese, con l’avvicinarsi dell’estate 2020 il Governo ha ufficialmente messo a punto una serie di norme che, da maggio in poi, possano garantire la fruizione in sicurezza delle spiagge e degli stabilimenti da parte degli utenti.
Una stagione che comincerà in ritardo ma che – si spera – potrà permettere a tutti di godersi ugualmente le meritate ferie e vacanze estive, ovviamente Made in Italy.

Di seguito, le linee guida generali:

Informazione

Sarà fondamentale predisporre un’adeguata informazione presso gli stabilimenti circa le misure di prevenzione, installando cartelli comprensibili anche ai clienti di altra nazionalità e istruendo il personale a fornire tutte le indicazioni del caso.
Sarà altresì necessario rendere disponibili prodotti igienizzanti per i visitatori in più punti dell’impianto.

Verrà favorito inoltre l’ingresso alle spiagge su prenotazione, a seguito del rilevamento della temepratura coroporea.

Distanza di sicurezza

L’accesso allo stabilimento verrà organizzato in modo ordinato, al fine di evitare assembramenti di persone e così da assicurare il mantenimento di almeno 1 metro di distanza tra gli utenti (non conviventi o appartenenti allo stesso nucleo). Verrano favoriti in tal senso percorsi separati per l’entrata e per l’uscita.
Gli ombrelloni verranno sistemati in modo da garantire una superficie di almeno 10 mq per ciascuna postazione, indipendentemente dalla modalità di allestimento della spiaggia (per file orizzontali o a rombo).
Nel caso in cui le attrezzature (lettini e sedie a sdraio) non siano posizionate al di sotto dell’ombrellone, dovrà essere garantita una distanza di almeno 1,5 metri.

Spogliatoi e docce

Regolare e frequente sarà la pulizia e la disinfezione delle aree comuni, degli spogliatoi, delle cabine, delle docce, dei servizi igienici, ecc. nonché dovrà essere comunque assicurata giornalmente in seguito alla chiusura dell’impianto. Le attrezzature come lettini, sedie a sdraio e ombrelloni verranno disinfettate ad ogni cambio di persona o nucleo familiare.

Spiagge libere

Per quanto riguarda le spiagge libere, rimarrà fondamentale il concetto di informazione e responsabilizzazione individuale.
É stata suggerita la presenza di un impiegato alla sorveglianza, così da assicurare il monitoraggio e il rispetto della distanza di sicurezza di almeno un metro fra le persone.
Anche il posizionamento degli ombrelloni personali dovrà rispettare le indicazioni sopra riportate.

Vietate le attività ludico-sportive

Vero grande divieto sarà quello di praticare attività ludico-sportive di gruppo che possano, di conseguenza, generare assembramenti. Gli sport individuali, come ad esempio i racchettoni oppure nuoto, surf, windsurf, kitesurf possono invece essere regolarmente praticati, pur sempre nel rispetto delle misure di distanziamento.
Diversamente, per gli sport di squadra come beach-volley, beachsoccer ecc. sarà necessario informarsi e rispettare le disposizioni emanate dalle istituzioni competenti.

Federica, 26 anni, friulana ma vivo a Milano. Laureata in Scienze e Tecniche del Turismo Culturale. Travel addicted per nascita e travel blogger per passione, sono alla continua ricerca di nuove esperienze ed avventure da condividere.

Leave A Reply

Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: