In crociera sul Nilo: guardando l’Egitto da un’altra prospettiva

0

Un viaggio diverso, un’esperienza nuova: alla scoperta dell’Egitto via acqua, guardando la Terra dei Faraoni da un’altra prospettiva.
Una crociera sul Nilo è un’occasione unica per vivere il Paese nella sua essenza più autentica, navigando su acque che, se potessero parlare, racconterebbero di magie e misteri, di regine e sovrani e di tramonti che, dalla notte dei tempi, incendiano un cielo tra i più affascinanti che io abbia mai visto.

In crociera sul Nilo: guardando l’Egitto da un’altra prospettiva

Raggiungo il porto di Luxor di mattina presto, quando le temperature fresche risentono ancora dell’escursione termica notturna del mese di febbraio.
Attraccata alla banchina incontro per la prima volta la MS Monaco, la nave che per le successive 3 notti mi ospiterà a bordo, con la sua carena blu e i dettagli bianchi e rossi.

Per me è la prima volta…e non mi riferisco soltanto alla navigazione di un fiume; non sono davvero mai salita su di una nave da crociera ma la verità è che, quella sul Nilo, non può nemmeno essere paragonata ad una vacanza lungo il Mediterraneo o tra le isole dei Caraibi.
La barca che mi accoglie non ha nulla a che vedere con i colossi del mare delle grandi compagnie crocieristiche, con tutti gli sfarzi e i comfort a bordo.
Salendo sembra di vivere in altri tempi, in uno spazio che forse ancora non sa di esistere nel 2017, in questo nostro mondo che scorre rapido, che corre inseguendo la velocità di un Wi-Fi.
La MS Monaco preferisce navigare lenta, è un libro di fiabe con la copertina di velluto, morbida come la moquette che ricopre i pavimenti, come il tessuto retrò che riveste le poltroncine e i divani della hall.

Rampe a chiocciola salgono dall’ingresso al livello più alto, quello delle camere, mentre una scaletta stretta porta al piano inferiore, dove si mangia a colazione, pranzo e cena, circondati dall’acqua alta del fiume che sommerge quasi totalmente gli oblò alle pareti.
Suddivise in due ali, lungo corridoi stretti, le stanze sono semplici e piccine ma tutte con una grande vetrata sull’esterno, per svegliarsi la mattina con i raggi del sole che fanno capolino dalle tende, mentre il Nilo luccica di migliaia di pagliuzze argentate.

Ma la parte più bella, quella da vivere dal pomeriggio sino al tramonto, è la terrazza in cima alla nave, dove godersi attimi di puro e semplice relax, approfittando di qualche ora di tintarella.
È dove si trascorre il tempo fra una tappa e l’altra, abbandonandosi al riposo su di una serie di lettini dislocati attorno alla piscina centrale, circondata da rocce e da una distesa di verdissimo prato artificiale.

C’è il bar, tanti tavolini e nell’aria risuonano le note di una melodia araba, mentre il paesaggio attorno cambia onda dopo onda.
Le due sponde del fiume sono un susseguirsi di scorci sempre nuovi e originali, in cui la rigogliosa vegetazione della valle del Nilo contrasta con l’ocra arido delle dune del deserto.
A momenti si scorgono a riva i templi in lontananza, quelli esplorati durante il giorno, quelli che da lì si ammirano da un’angolazione diversa, maestosi e immensi.

Non solo però svago e abbronzatura!
Una crociera sul Nilo è un modo suggestivo e affascinante per raggiungere gli innumerevoli punti di interesse dell’Egitto, una sorta di “on the water” che, nel giro di pochi giorni, va a toccare le principali mete e attrazioni del Paese.

Si parte dunque dalla mitica Luxor, sede del tempio omonimo, del leggendario complesso di Karnak, oltre che della Valle dei Re, del palazzo di Hatshepsut e degli immensi colossi di Memnone.
Da qui si salpa in direzione Edfu, con il tempio dedicato ad Horus e quello di Kom Ombo, per arrivare poi sino ad Asswan, la città della celebre Diga nonché punto di imbarco per visitare la vicina isola di Philae e il coloratissimo villaggio Nubiano.
A questo punto è possibile persino spingersi sino ad Abu Simbel, nell’estremo sud, grazie ad un’escursione in bus che, partendo a notte fonda, arriva a destinazione alle prime luci dell’alba, magari proprio per assistere al miracolo del sole…ma questa è un’altra storia che vi racconterò presto 😉

Ed è quando si fa sera che la crociera sul Nilo regala i suoi momenti migliori.
Al tramonto il cielo egiziano si tinge di fuoco, l’atmosfera si fa romantica e avvolgente mentre le sponde del fiume si stagliano scure all’orizzonte, proiettando le proprie ombre tremolanti sull’acqua.
Attimi di silenzio, di pace e contemplazioni.
Istanti in cui chiudo gli occhi, svuoto la mente e realizzo davvero di essere lì, un po’ Cleopatra nella Terra dei Faraoni.

 

Federica, 26 anni, friulana ma vivo a Milano. Laureata in Scienze e Tecniche del Turismo Culturale. Travel addicted per nascita e travel blogger per passione, sono alla continua ricerca di nuove esperienze ed avventure da condividere.

Leave A Reply

Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: