Il turismo slow, protagonista delle vacanze in Francia 2021

0

Si è svolta il 20 e il 21 gennaio l’edizione 2021 del Mediatour Francia, il primo in versione digitale, con la partecipazione di 31 partner francesci e un numero record di appuntamenti.
Protagonista indiscusso il turismo slow, « un modo per vivere la Francia ognuno al proprio ritmo, ritrovare il piacere di vacanze autentiche, di scoperte e riscoperte nel segno del rispetto della natura, del verde, della sostenibilità, e naturalmente dell’arte di vivere ».

Il turismo slow, protagonista delle vacanze in Francia 2021

Turismo slow Francia 2021E in un mondo in cui adattarsi alla complessa situazione sanitaria è fondamentale, in cui la parola d’ordine è reinventarsi, la Francia accoglie la sfida e vince alla grande, con l’appena tarscorso Mediatour Francia 2021.
1367 incontri one-to-one con giornalisti, blogger e protagonisti del mondo del turismo, per una due giorni completamente digitale. Un viaggio attraverso lo schermo del pc, ciascuno comodamente seduto nelle proprie case, fra quelle che sono le novità che il Paese propone, per questo nuovo anno in corso, all’insegna del turismo slow.

Nel dettaglio, ecco 10 destinazioni da non perdere:

  1. L’Alvernia-Rodano-Alpi, cuore verde della Francia, inaugura la Valle della Gastronomia, nuova destinazione turistica slow e gourmande che sarà lanciata nel maggio 2021. Inoltre, promuove la ricchezza del territorio tra Digione e Marsiglia, passando per Lione, il Beaujolais e tutta la Valle del Rodano, senza dimenticare il relax slow fra le località termali dello straordinario Parco dei Vulcani d’Alvernia.
    www.auvergnerhonealpestourisme.com
  2. Il Grande Est di Francia, Alsazia, Ardenne, Champagne, Lorena e Vosgi, oltre a inaugurare una nuovo centro di interpretazione dello champagne nel cuore del vigneto di Aÿ-Champagne, patrimonio mondiale UNESCO, propone molti itinerari slow, come Via la Blu Mosella-Saône in bicicletta.
    www.art-grandest.fr
  3. La Borgogna propone, per il turismo slow, un tour nei vigneti fino a Digione. Un’occasione per pedalare nel cuore dei Grandi Crus e per (ri)scoprire la capitale dei Duchi di Borgogna, lungo piccole strade che si snodano tra i vigne e villaggi del vino.
    www.bourgogne-tourisme.com
  4. Le Havre-Etretat invita alla scoperta dei parchi e giardini di Le Havre mentre a Etretat propone una passeggiata verde sull’alto delle falesie, sulle tracce di Arsenio Lupin.
    www.lehavre-etretat-tourisme.com/en/
  5. La Bretagna suggerisce molti itinerari di turismo slow fra città medioevali e piccoli villaggi di pescatori come il tour sul sentiero dei doganieri, per una passeggiata fuori dal tempo, direzione Dinan. Tante le scoperte: da non perdere la Pointe du Raz, sito selvaggio e magico.
    www.bretagna-vacanze.com
  6. Nantes, città  verde e sostenibile, è scenario del grande evento estivo del Voyage à Nantes dal 3 luglio al 5 settembre, che trasforma la città nel segno dell’arte e della creatività. Perfetti per un turismo slowgli itinerari fra i vigneti, verso Clisson e i vigneti del Muscadet.
    www.levoyageanantes.fr
  7. Il Centre des Monuments Nationaux invita a Parigi per due eventi top : l’apertura ad aprile del Musée de la Marine e l’inaugurazione dell’Arco di Trionfo « impacchettato » secondo il progetto di Christo, con 25.000 m2 di tessuto riciclabile blu-argento e 7.000 metri di corda rossa.
    www.monuments-nationaux.fr
  8. L’Occitania ha stilato una vera top ten del turismo slow. In particolare offre meravigliose esperienze lungo il Canal du Midi, Patrimonio Unesco, da scoprire a piedi, in bicicletta o in crociera e la V82, ovvero la ciclabile della Valle della Baïse (Gers-Hautes-Pyrenees) in Guascogna, dai Pirenei alla Garonna. Da non dimenticare anche la Grande Motte, in modalità slowlife.
    www.turismo-occitanie.it/
  9. Tolosa e l’Alta Garonna sono un mondo da scoprire a ritmo slow, per esempio godendosi fino al 29 agosto 2021 la mostra “Un piccolo principe tra gli uomini” negli spazi storici dell’Aéropostale di Tolosa o seguendo in Alta Garonna e a Tolosa, da chiusa a chiusa (18 in tutto) il Canal du Midi, patrimonio UNESCO
    www.toulouse-tourisme.com/- www.hautegaronnehtourisme.com
  10. Nel 2021, Nîmes è una destinazione turistica per eccellenza. Imperdibile la mostra L’imperatore romano, un mortale tra gli dei, dal 13 maggio al 19 settembre al  Musée de la Romanité e in fatto di turismo urbano slow un tour nel verde dei Jardins de la Fontaine, tra i primi giardini pubblici d’Europa.
    www.nimes-tourisme.com/fr/

 

Federica, 28 anni, friulana ma vivo a Milano. Laureata in Scienze e Tecniche del Turismo Culturale. Travel addicted per nascita e travel blogger per passione, sono alla continua ricerca di nuove esperienze ed avventure da condividere.

Leave A Reply

Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: