Un mare di “Bandiere Blu”

17

Sono 135, quattro in più rispetto al trascorso 2012, le località  italiane che quest’anno hanno ricevuto dalla Fee (Fondazione per l’educazione ambientale) l’ambitissima “Bandiera Blu”; un riconoscimento molto importante che, ancora una volta, mette in risalto la bellezza e la qualità dei litorali della nostra penisola.

Decisamente severi i criteri per ottenere il titolo: acqua eccellente e regolari campionamenti durante la stagione estiva, servizio di raccolta differenziata, corretta gestione dei rifiuti pericolosi, spiagge dotate di tutti i servizi, presenza di  personale addetto al salvataggio e, ultimo ma non per importanza, il corretto abbattimento delle barriere architettoniche.

L’incremento dei premi ottenuti, come affermato dal presidente della Fee C.Mazza, non può che dimostrare il costante impegno delle località balneari italiane in un percorso verso la piena sostenibilità, una scelta ormai obbligata per chiunque desideri lo sviluppo del territorio.

Al top della classifica si conferma la Liguria con ben 20 località vincitrici, seguita dalle Marche (18) e dalla Toscana (17) mentre, purtroppo, ben 5 spiagge, tra Calabria, Abruzzo e Sicilia, sono state declassate ed eliminate dalla lista; sicuramente un dispiacere per chi le amministra ma, si spera, anche un incentivo per migliorare sempre più e rimpossessarsi di un tale riconoscimento.

A questo punto, tenendo conto che ben il 10% dei lidi premiati a livello internazionale è “nostro”, l’appellativo di “Bel Paese” è senz’altro d’obbligo!

Ecco le spiagge:

bandiere_blu_2013

Federica, 26 anni, friulana ma vivo a Milano. Laureata in Scienze e Tecniche del Turismo Culturale. Travel addicted per nascita e travel blogger per passione, sono alla continua ricerca di nuove esperienze ed avventure da condividere.

Discussion17 commenti

    • Sì, davvero…tuttavia non basta avere la fortuna di possedere un mare e delle spiagge paesaggisticamente splendide, ma per guadagnarsi tale riconoscimento sono importanti anche le strutture, la pulizia e i servizi offerte ai bagnanti e, a parer mio, è proprio questo che va a penalizzare tali regioni.

  1. Fiero di essere ligure : )) E anche di essere italiano, abbiamo tanti bei posti che dovrebbero essere valorizzati ancora di più!

  2. Mi sorprende vedere di nuovo in lista Martinsicuro e Alba Adriatica. Lo dico perché io ho casa al mare in una località che è praticamente tra le due (ed è una frazione della prima) e l’acqua non è bella per nulla. Tanto più che tra il mio paesino ed Alba Adriatica scorre un ruscello che è pieno di immondizia, due anni fa c’è stata anche una moria di pesci proprio in quel luogo ed hanno vietato la balneazione per giorni. Per cui non so davvero come e quando li facciano questi rilevamenti. La raccolta differenziata c’è ma in estate non funziona poi molto. La gente tende a fare un po’ come gli pare e si vedono rifiuti appoggiati ai cassonetti e non ritirati. Anche perché spesso stanno solamente un paio di settimane od addirittura dieci giorni e la raccolta di alcuni materiali avviene solamente due volte al mese. Per quanto riguarda le strutture ad Alba Adriatica ce ne sono, e pure troppe a parer mio. Poi quest’anno la marea si è mangiata letteralmente metà spiaggia, se questo panorama meriti la bandiera blu non so proprio cosa avrebbero dato allora dieci anni fa quando di sabbia ce ne era in abbondanza.
    Mchan
    Ps: scusa il commento papiro, ma davvero non mi so spiegare certi giudizi dato che ho la fortuna/sfortuna di toccare con mano la situazione.

  3. Buongiorno cara!
    Lo so che non c’entra nulla con l’articolo che hai scritto, ma se passi da me , c’è un piccolo pensiero per te 🙂
    Buona giornata!
    Ciao!

  4. Complimenti Federica! Dopo aver visto che hai apprezzato un nostro articolo ci siamo fondati sul tuo blog e siamo rimasti positivamente sorpresi, molto bello davvero. Scoprendo che sei friulana come noi, ci è automaticamente venuto in mente che potremmo pensare a stringere una qualche sorta di “collaborazione” tra blog, che possa aiutare entrambi. Se ti può interessare, ti invito a contattarci in privato (trovi le indicazioni alla nostra pagina “Contatti”). In bocca al lupo! Un saluto

  5. Da anni vado in una delle spiagge che prende questo riconoscimento. Si sta bene, il mare è pulito, i servizi ottimi (siamo in Toscana).
    Ma…ma l’Italia la conosco benino, di spiagge più “belle” in senso stretto ce ne sono molte ma molte di più.
    Calette selvagge, isole splendide, spiagge bianche.
    Mi domando se questa classifica non sia eccessivamente meritevole per le spiagge selezionate, ed eccessivamente punitiva per quelle che ne restano fuori.
    Se dovessi decidere le mie vacanze in base a questa lista, in almeno un paio di casi farei un errore clamoroso…
    Ci sono altre classifiche con parametri differenti?

    • Beh a livello prettamente estetico sono sicuramente d’accordo con te; anche io, da friulana, frequento ogni anno una delle spiagge selezionate (quella di Lignano)ma sono la prima a dire che per quanto riguarda la “bellezza” l’Italia ha molto di più da offrire; tuttavia, da ciò che ho capito, questo riconoscimento premia anche i servizi, cioè ciò che il sito balneare offre (come assistenza all’infanzia, facilitazioni per i disabili ecc.) nonché l’aspetto “chimico” dell’acqua che non sempre corrisponde a ciò che gli occhi percepiscono.
      Sinceramente non so dirti se esistano altri riconoscimenti ufficiali con parametri diversi, ma sicuramente mi informerò.

  6. Siamo stati proprio sabato scorso a Sabaudia… La Bandiera blu è più che meritata. A poco più di un’ora da Roma, tranquillità, bellezza, mare cristallino e, da non credere, prezzi accessibili! Brava Federica! il tuo blog è simpatico ed interessante… ti terrò d’occhio!

Leave A Reply

Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: