Un week-end a Madrid: cosa vedere

0

Madrid è grande.
Grande ma ben organizzata. La metro funziona perfettamente e collega nel migliore dei modi tutti i punti strategici della città.
Un week end forse è poco per godersela a pieno ma è sufficiente per vedere quello che serve, tutto ciò che in queso post definirò imperdibile…almeno a mio parere!

1) LA GRAN VIA
Palazzoni decorati, vetrine sfavillanti, un via vai infinito di persone e il più grande Primark che io abbia mai visto: questa è la Gran Via, la strada principale di Madrid che comincia dalla Calle de Alcalá e termina nella Plaza de España.
È bello gironzolarvi, in cerca di un souvenir, o semplicemente percorrerla da cima a fonda per sentirsi a metà tra turisti curiosi e madrileni frenetici.
madrid-gran-via2) PLAZA DE  ESPAÑA
Dominata dal monumento dedicato a Miguel de Cervantes, la piazza ospita le curiose statue di Don Chisciotte a cavallo e Sancho Panza in sella ad un asino.
Vi si affacciano due importanti edifici della città, quali la Torre di Madrid e l’Edificio Espana ed è bella a qualsiasi ora del giorno: con la luce, per godere dei suoi begli spazi e di sera, quando dei faretti ne fanno risaltare i dettagli.
DSC_0231
3) STATUA DELL’ORSA E DEL CORBEZZOLO
Simbolo indiscusso di Madrid, stemma araldico riportato anche sulla bandiera della città, la Statua dell’Orsa e del Corbezzolo si trova a Sol, appena fuori dall’uscita della metropolitana.
4 metri di altezza per 20 tonnellate, costruita in bronzo e pietra ed inaugurata nel 1967 è costantemente circondata da una calca di persone: impensabile non scattarle una foto!
DSC_0229
3) PALAZZO REALE
Ufficiale residenza dei re spagnoli è un palazzo maestoso, preceduto da un grande giardino curatissimo, organizzato a mò di labirinto.
La costruzione pare essersi ispirata al Louvre di Parigi e di fronte a tale eleganza non si può che sognare un po’!
sdr
5) PALAZZO DI CRISTALLO
Situato nel Parco del Retiro, pare uscito da una favola!
La sua storia è bizzarra e no, non è una sorta di serra, come potrebbe far pensare. Fu invece costruito nel 1887 in occasione della Esposizione delle isole Filippine dall’architetto Ricardo Velázquez Bosco, ispirandosi al Crystal Palace di Londra.
DSC_0204
È meraviglioso visto da fuori ma ancor più spettacolare è entrarvi e, naso all’insù, godersi gli alberi, il cielo e la natura circostante che traspare dalle sue pareti di vetro.
IMG_20151128_230935

6) TEMPIO DI DEBOD
Un tocco di Egitto…a Madrid!
Dedicato ad Iside ed Amon, questa struttura di 2200 anni non è altro che un regalo che il Governo egiziano fece, nel 1960 , alla Spagna per ringraziarla dell’aiuto nel salvataggio del tempio di Abu Simbel.
DSC_0238
A prima vista pare non centrare nulla col paesaggio circostante ma, con un pizzico di immaginazione, è divertente trovare quel filo conduttore, forse inesistente, che lega gli ippocastani colorati d’autunno ai geroglifici scolpiti sulla pietra.
DSC_02367) PLAZA DE TOROS
Appena fuori dalla stazione della metro Las Ventas, si trova la più importante plaza de toros della Spagna, sede della terza più grande arena del mondo.
Con tutto il mio disappunto e disprezzo per la corrida, penso comunque che, per lo meno dall’esterno, vada vista, se non altro come simbolo di una cultura ed una tradizione talmente ben radicata da accettare, ancora nel ventunesimo secolo, una pratica così atroce e brutale.
DSC_0268
8) MERCADO DE SAN MIGUEL
Poco distante da Plaza Mayor, mi ha ricordato la Boqueria di Barcellona.
DSC_0117
Un mercato al coperto, molto popolare tra i turisti, in cui è bello perdersi tra i profumi e i colori dei cibi più disparati: caramelle, gelati, frutta, pesce, carne…ce n’è per tutti!
L’ideale per un pasto veloce o anche solo uno spuntino: le mandorle tostate, salate e speziate sono una squisitezza!

9) GUERNICA ( Museo Reina Sofia)
Ametto di non essere una gran amante dei musei, ma non perchè l’arte non mi piaccia, semplicemente perchè non ne capisco abbastanza!
Non conosco molti dipinti e girovagare guardandoli senza cognizione di causa mi annoia…
Un discorso a parte lo merita però Guernica, la celebre tela di Picasso studiata e ristudiata tra scuole medie e superiori.
Ci tenevo tanto a vederla, in tutta la sua grandezza e così è stato al Museo Nacional Reina Sofia: consiglio di visitarlo dopo le 18, quando la folla si dirada e l’entrata è GRATIS.
dav
10) MUSEO DEL PRADO
Faccio mea culpa e ammetto di non averlo visitato – sempre per la mia intolleranza alle pinacoteche – ma non posso non consigliarlo in quanto una delle collezioni di quadri più famosa al mondo.
Tra i numerosi dipinti di artisti spagnoli tra cui Goya e Valzquez anche tantissimi artisti italiani come Caravaggio, Botticelli, Bellini Parmigianino…
Il biglietto costa 14 euro.

Federica, 26 anni, friulana ma vivo a Milano. Laureata in Scienze e Tecniche del Turismo Culturale. Travel addicted per nascita e travel blogger per passione, sono alla continua ricerca di nuove esperienze ed avventure da condividere.

Leave A Reply

Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: