Viaggi in autobus e B&B: il turismo diventa slow

3

In una società che va a mille, dove tutto scorre veloce, di fretta, l’universo dei viaggiatori decide di rallentare e lo fa con il turismo slow.
Di cosa si tratta? Non è altro che un nuovo modo di pensare e intendere il viaggio, attraverso itinerari insoliti, tra borghi e paesini, utilizzando mezzi di trasporto alternativi, come per esempio gli autobus.
slide1

La ricerca di autenticità, di esperienze vere; la voglia di scoprire il genius loci e la reale essenza del luogo che si va a visitare, sono gli elementi alla base del turismo slow, un fenomeno sempre più diffuso e spesso strettamente connesso ad una spiccata sensibilità nei confronti dell’ambiente e della sua conservazione nonché verso i principi di valorizzazione del territorio e dell’identità culturale.
I viaggiatori slow scelgono i B&B a conduzione familiare, le pensioncine e gli agriturismi, a contatto con la gente del luogo, gli odori, i sapori e le usanze che soltanto chi si muove lentamente può scoprire e apprezzare.

L’obiettivo, la meta, non è la destinazione d’arrivo bensì l’imparare a godersi ogni istante dal momento in cui, valigie alla mano, si poggia piede fuori dall’uscio di casa.
I dettagli, le piccole cose, tutto è viaggio, anche le goccioline di pioggia che scorrono lente lungo il finestrino del bus mentre, oltre il vetro appannato, il paesaggio scorre e cambia, con le sue bellezze e particolarità.
panasonic-tz70_giovannib_mag72_p1000023E tutto ciò è, spesso, anche molto più conveniente!
Spostarsi da Milano a Bari o raggiungere Brindisi in pullman può costare anche soltanto 9 euro con i servizi Marino e con Flexibus, con soli 7 euro, ci si muove comodamente da Venezia a Verona o da Firenze a Bologna e – per chi non lo sapesse – di linee autobus ce n’è davvero tantissime.

Per raccapezzarsi tra corse, prezzi e orari, un buon alleato è GoEuro, il motore di ricerca che si occupa di combinare spostamenti in pullman, treno e aereo e che, in pochi semplici click, fornisce la soluzione più pratica e conveniente, adatta alle necessità di ciascuno.
Affidandosi poi ai cari e vecchi Airbnb e Booking, sarà facile trovare alloggi a buon prezzo, hotel o appartamenti per completare al meglio il proprio pacchetto di viaggio.

Federica, 26 anni, friulana ma vivo a Milano. Laureata in Scienze e Tecniche del Turismo Culturale. Travel addicted per nascita e travel blogger per passione, sono alla continua ricerca di nuove esperienze ed avventure da condividere.

Discussion3 commenti

  1. Viaggiare con lentezza è sicuramente un modo per assaporare maggiormente il viaggio. Al bus però io preferisco il treno 🙂

    • Mi fa piacere!
      È davvero comodo perché confronta in un attimo tutte le tariffe di tutti i mezzi di trasporto disponibili per una determinata tratta in maniera tale che poi scegliere è piú facile.

Leave A Reply

Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: